Un utilizzo responsabile delle risorse per salvare le foreste

Un utilizzo responsabile delle risorse per salvare le foreste

La deforestazione è uno dei grandi problemi ambientali della nostra epoca. Lo sfruttamento intensivo delle grandi foreste del pianeta per le esigenze dell’allevamento intensivo e per la produzione di derivati del legno ha come conseguenza diretta la riduzione delle superfici verdi, fondamentali per la vita sulla Terra.

A mettere a rischio la salute delle foreste è soprattutto la produzione di materie prime, principalmente monocolture intensive come soia, olio di palma, cacao, carne e avocado. Accanto all’espansione dell’agricoltura, l’altro grande comparto responsabile della deforestazione è l’allevamento di bovini. Sommando l’incidenza di queste due attività si raggiunge una percentuale del 90%, questo è l’impatto che hanno sulla riduzione dei grandi spazi alberati a livello globale.

Il restante 10% è imputabile alla produzione di carta, un settore che per decenni ha pesato enormemente sul bilancio della deforestazione ma che negli ultimi anni ha sviluppato una nuova filiera più attenta all’impronta ecologica.

Le Nazioni Unite – con il programma Sustainable Development Goals che ha fissato il 2030 come termine ultimo per affrontare i delicati e fondamentali temi di sostenibilità – hanno dedicato uno dei 17 obiettivi a questo aspetto, definendo una roadmap che deve condurre entro al fine degli anni 20 a promuovere un utilizzo delle risorse terrestri e una gestione delle foreste responsabile.

Magniflex è particolarmente sensibile a questo argomento, e seppure in piccola parte, è orgogliosa di contribuire a questo percorso che deve necessariamente poter contare sull’impegno di tutti.

Per citare qualche dato, nel 2020 sul totale di packaging acquistati l’80% è costituito da materiali 100% riciclati. Inoltre, nel 2021, l’azienda ha quadruplicato il volume di acquisto di materiali in carta e cartone riciclati certificati FSC, Forest Stewardship Council, riconoscimento che attesta una gestione responsabile della carta impiegata nella produzione.

Il marchio FSC attesta che la carta utilizzata per realizzare le scatole proviene da fonti gestite in maniera responsabile, così come viene ufficialmente riportato sul sito dell’ente regolatore: “Il marchio di certificazione FSC garantisce che l’intera filiera legno-carta certificata per i suoi standard derivi da una gestione forestale rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile”.

Gli standard previsti nella gestione delle foreste secondo FSC riguardano principalmente la protezione delle acque, proibendo l’uso di atrazina, principale causa dell’inquinamento idrico, e la salvaguardia delle foreste antiche di cui è proibito il taglio, a testimoniare l’importanza del valore forestale.

La certificazione FSC si basa su 10 principi, riconosciuti a livello mondiale, quindi non interpretabili in base al paese o all’area di interesse specifico, in modo da stabilire lo standard  e criteri di realizzazione affinché un prodotto risulti davvero ecosostenibile. Ciò testimonia attenzione all’intera filiera legno-carta e, soprattutto, si concentra sul rispetto dell’ambiente.

In questo modo Magniflex è concretamente attiva per ridurre il processo di desertificazione di alcune aree della terra sottoposte a un continuo disboscamento.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code