Ninna nanna

Ninna nanna

Tutti l’abbiamo ascoltata e tutti l’abbiamo cantata ma in pochi conoscono il finale… È la ninna nanna!

Una ninna nanna è una canzone o filastrocca dal ritmo dolce e lento che serve a rilassare e rasserenare i bimbi per farli addormentare. Sono mamme e nonne, tradizionalmente, a cantarle ai bambini ma anche i nuovi papà fanno addormentare sempre più volentieri i propri pargoli con ninna nanne più o meno fantasiose.

La ninna nanna nasce spontaneamente sulle labbra di ogni madre e si basa sul concetto che una voce familiare, lenta e ripetitiva può conciliare il sonno. In ogni cultura popolare, anche se in modi, con parole e suoni differenti, esiste almeno una ninna nanna.

Le origini storiche della ninna nanna si perdono nella notte dei tempi, anticamente si credeva fosse un incantesimo perché con le sue parole sussurrate, accompagnate da un dolcissimo dondolìo, induceva in uno stato ipnotico i bambini.

Non solo cultura popolare: anche il compositore Johannes Brahms scrisse una ninna nanna, poi divenuta celebre, per la nascita del secondo figlio di una amica.

L’importanza della ninna nanna non consiste solo nel fatto di indurre il sonno ma nel creare un momento di intimità fra genitore e neonato, è il primo dialogo con il bimbo, è la melodia avvolgente cui si crea un legame emotivo che durerà per tutta la vita.

Non solo, grazie alla ninna nanna ogni bambino impara ad ascoltare, il “ninnare” è quindi la primissima forma di trasmissione del sapere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code