Neroli: l’essenza che rilassa

Neroli: l’essenza che rilassa

Il suo nome risale al Milleseicento, coniato da Marie Anne de La Trémoille ed è legato al paese di Nerola, dove “Annamaria” visse con il conte Orsini. Si tratta di un’essenza dalla fragranza dolce e ricca ottenuta dai fiori d’arancio amaro (melangolo). Riscoperta dalla cosmetica contemporanea, l’essenza di Neroli era usata come profumo già nel Medioevo ed è tuttora adoperata anche in cucina.

Gradevolissimo all’olfatto, il Neroli, sotto forma di olio essenziale è un valido aiuto che induce  relax. Grazie a linalolo, nerolo e geraniolo, questa essenza può svolgere un’azione calmante sul sistema nervoso. Nella tradizione erboristica è indicata per combattere lo stress, aumentare la chiarezza mentale e, per le donne, è considerato un buon supporto per affrontare il ciclo mestruale.

I fiori d’arancio sono bianchi, per questo motivo erano usati per decorare la corona nuziale delle giovani spose; assieme a questa valenza simbolica, i fiori d’arancio, sprigionando tutta la loro essenza, contribuivano a superare la paura della prima notte… Insomma, il Neroli può essere sia un valido aiuto personale, sia un ottimo “partner” per le coppie.

Come profumatore per ambienti è indicato per la camera da letto, sia per l’aroma seducente, sia per gli effetti calmanti e rilassanti. Ultima nota: il Neroli è estratto dai fiori ma anche dal frutto ed è uno scrigno di proprietà, l’arancia amara aggiunge alle virtù dei fiori anche effetti digestivi e dimagranti (contiene sinefrina che stimola metabolismo basale e termogenesi).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*