MANDALA DA COLORARE PER ALLEVIARE STRESS E ANSIA

MANDALA DA COLORARE PER ALLEVIARE STRESS E ANSIA

Il mandala e le sue origini

Mandala in sanscrito significa “cerchio” o “oggetto discoidale”.
È un disegno geometrico, basato su una forma a simmetria circolare, tradizionalmente ricco di significati simbolici. Si ritiene che i Mandala rappresentino diversi aspetti dell’universo, per questo vengono usati come strumenti meditativi e spirituali, soprattutto in Cina, Giappone e Tibet.

 

I significati del mandala

Il mandala rappresenta l’universo, ma può essere visto anche puntando l’occhio dentro sé stessi, per cogliere messaggi e significati personali.
Nell’induismo e nel buddismo, si ritiene che entrando all’interno della geometria del Mandala e procedendo verso il suo centro, si venga guidati attraverso il processo cosmico di trasformazione dell’universo da uno stato di sofferenza a uno di gioia e felicità.
Una volta completato, il Mandala viene poi distrutto, perché, per la filosofia buddista simboleggia la caducità e la non permanenza della vita.

 

Il mandala sbarca in occidente

Il primo in occidente a parlare dei mandala e della loro importanza per i processi di crescita personale fu Carl Gustav Jung, che notò nelle proprio rappresentazioni grafiche, forme riconducibili ai mandala: “I miei mandala erano crittogrammi concernenti lo stato del mio Sé, che mi erano proposti quotidianamente. In essi vedevo come il Sé, cioè la mia totalità, operava. Certo, dapprima potevo capirli solo vagamente: ma mi sembravano molto significativi, e li custodivo come gemme preziose. Avevo la netta sensazione di qualcosa di centrale e, col tempo, grazie ad essi, acquisii una viva rappresentazione del Sé. Mi appariva come la monade che io sono e che è il mio mondo”.

 

Rilassarsi colorando mandala

Colorare un mandala permette di mettere in pausa la mente dallo stress e l’ansia dei pensieri quotidiani. Colorare il proprio mandala dà l’impressione di sognare a occhi aperti; un sogno in cui rifugiarsi dalla quotidianità, un momento con sé stessi sospeso nel tempo e nello spazio.
In questa situazione possiamo ricercare e tornare in contatto con la profondità dei sentimenti, intraprendendo un percorso introspettivo.
Non esiste una regola vera e propria da seguire per colorare un mandala, ma possiamo consigliare alcune pratiche:

 
• scegliere il mandala lasciandosi trasportare dell’intuito, quello che piace è quello giusto 😉
• trovare un luogo tranquillo, sereno, senza distrazioni
• chiudere gli occhi e respirare profondamente
• dare spazio al proprio lato creativo
• “abbandonarsi” ai colori
• una volta terminato, dedicare un momento ad apprezzare il proprio capolavoro.

 
Tutto apparirà più sereno. Perfino il vicino di casa 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code