Ma… è possibile dormire in piedi?

Ma… è possibile dormire in piedi?

È possibile addormentarsi in piedi? A quanto pare sì anche se per farlo è necessario un po’ di allenamento. In alcune fasi del sonno i muscoli non possono essere comandati volontariamente e dormire in piedi diventa impossibile ma se ci si esercita con particolari tecniche di meditazione è (o forse è più giusto dire “sarebbe”) possibile ovviare al problema in 2 modi:

  • tenere una posizione che pur rimanendo eretta è quasi “semiseduta
  • imparare a gestire la fase REM.

 

Alcuni monaci pare abbiano raggiunto questa possibilità durante un ritiro di 4 anni nel Dumfriesshire, in Scozia. All’epoca fu addirittura la BBC a darne notizia, riportando le dichiarazioni di Ani Lhamo, segretaria del monastero Samye Ling, che magnificava i vantaggi del non dormire in posizione orizzontale. Tutto vero? Nessuno può dirlo ma che la pratica meditativa abbia la possibilità di farci superare i limiti del corpo, beh, non è da escludere! Dal canto loro, gli scienziati, per bocca di Derk-Jan Dijk (Università del Surrey ), fecero sapere all’emittente inglese come la possibilità di dormire in piedi, ancorché molto complicata da mettere in pratica, non fosse del tutto remota, anche se: “Non siamo bravi come le altre creature, ad esempio gli uccelli”.

 

Attenzione però, se la natura ci porta a dormire coricati un motivo c’è, anzi ce ne sono diversi, infatti dormendo in piedi succede questo:

  • aumenta il rischio di trombosi
  • si opera una pressione sui dischi spinali e le articolazioni
  • c’è il pericolo di caduta.

 

Ecco quindi che, al di là di casi molto particolari, come quello di monaci che vivono una disciplina rigorosa e non accessibile a tutti, tentare di dormire in piedi non solo può essere difficile ma addirittura pericoloso. E poi, non dimentichiamo che quando ci si sdraia c’è Magniflex!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code