La superiorità dei materiali: Memoform by Magniflex

La superiorità dei materiali: Memoform by Magniflex

Dici Memory e pensi subito al materasso. Lo conferma anche Google, che rileva nell’utimo quinquennio una crescita stabile dei termini “memory mattress” e “memory foam mattress“.

 

Le caratteristiche del materasso in memory foam

Foam” significa  schiuma, parola usata per indicare il materiale originario, che è appunto schiumoso e che viene “gettato” in stampi appositi. Una volta seccata, la schiuma si trasforma in un materiale denso ed elastico, in grado di accogliere e sostenere il corpo. L’altro termine, “memory”, si riferisce alla capacità della schiuma di ritrovare l’assetto della propria forma iniziale, indipendentemente dalle sollecitazioni ricevute durante il sonno. Un materasso in memory foam è quindi un supporto che si modella sul corpo e lo sostiene in maniera fisiologicamente corretta, con la peculiarità di non deformarsi mai nel corso degli anni.

 

Memory foam: uno equivale all’altro?

La risposta è secca e decisa: no. Fattori come l’ingegnerizzazione del processo, la dimensione delle cellule e il bouquet dei materiali usati determinano differenze abissali fra i prodotti scadenti e i materassi di qualità.

 

Memoform by Magniflex: il memory foam si fa qualità superiore

Magniflex è leader da oltre 55 anni nel settore dei sistemi di riposo, un primato del genere non si raggiunge né si mantiene a lungo senza un incessante lavoro di ricerca. Anche nel campo del memory foam il reparto sviluppo di Magniflex non si è accontentato di tecnologie e processi già esistenti ma ha voluto spingere in avanti – decisamente in avanti – l’affidabilità dei materassi in memory foam.

Composto da cellule aperte ad altissima densità, in modo da agevolare il circolo dell’aria ed evitare ristagni di umidità e formazione di odori sgradevoli, il Memoform di Magniflex si modella seguendo la silhouette del corpo, centimetro per centimetro.

A differenza degli altri supporti memory, le lastre Memoform non reagiscono al calore (le altre schiume impiegano un tempo di “riscaldamento” per consentire ai materassi la risposta anatomica completa e tendono a irrigidirsi nei mesi invernali) ma al peso del corpo, adattandosi istantaneamente alle forme di chi riposa. Convessità e concavità del corpo sono così sostenute nella maniera più completa possibile sin dal primo adagiarsi, consentendo alla colonna vertebrale una distensione naturale, al sistema circolatorio di funzionare senza restringimenti o pressioni, alle articolazioni un riposo comodo e confortevole.

Altro aspetto centrale è quello dei materiali che permettono l’espansione delle schiume. Se nei comuni memory foam si trovano residui chimici (spesso permanenti) degli additivi usati nel processo di lavorazione, il Memoform di Magniflex trova la propria espansione grazie al materiale naturale per eccellenza: l’acqua. L’uso dell’acqua al posto dei solventi chimici rende i materassi in Memoform atossici.

Ultima, ma non trascurabile differenza fra il Memoform e il resto delle schiume viscoelastiche è la resa del supporto che, grazie alla lavorazione di Magniflex, è in grado di favorire e non ostacolare i normali movimenti del corpo nel sonno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code