Il sonno dopo un intervento chirurgico

Il sonno dopo un intervento chirurgico

Chi si è sottoposto a un’operazione chirurgica sa bene che dopo l’intervento può essere difficile dormire bene. Quando si dorme in ospedale non si è nel proprio letto e già questo è un ostacolo al riposo, ci sono poi i dolori, le luci e i rumori della camera e non ultimo gli orari, che di norma sono differenti rispetto a quelli con cui ogni persona organizza la propria vita.

Secondo una ricerca italiana il sonno di un paziente si deteriora già a partire dalla settimana prima dell’operazione e rimane problematico per diversi giorni o addirittura settimane. In alcuni casi anche il ricorso ai medicinali non riesce a migliorare qualità del sonno e senso di riposo al risveglio. In ospedale si può dormire anche 83 minuti in meno a notte, le conseguenze per la qualità della vita sono intuibili.

Una delle variabili che migliora tutta l’esperienza del dormire è il ritorno a casa. Secondo gli studi a casa si dorme meglio e ci si addormenta prima.

In caso di ospedalizzazione, non potendo contare sul proprio materasso e sul proprio ambiente domestico (almeno per alcune notti), è possibile prendere qualche precauzione:

  • chiedere ai responsabili della clinica se sia possibile portare e usare il proprio cuscino
  • privilegiare la comodità alle apparenze, portandosi abiti da notte comodi anche se.. non bellissimi
  • iniziare a prendere melatonina (è necessario sentire sempre il medico per avere un’autorizzazione a farlo) qualche giorno prima del ricovero e proseguire fino a quando necessario
  • imparare e praticare tecniche di rilassamento e di dissipazione dell’ansia
  • ascoltare con regolarità musica rilassante, anche in corsia.

Se un po’ ovunque nel mondo si iniziano a sperimentare protocolli per rendere migliore il sonno dei pazienti, imparare a rilassarsi nel migliore dei modi possibili è l’unica cosa che può restituire notti migliori, in attesa del ritorno a casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*