Il galateo del sonno

Il galateo del sonno

Anche nel regno di Ipno esiste un galateo, una serie di norme – o forse è meglio dire “accorgimenti” – che permettono di convivere con il sonno degli altri senza generare attriti ma rispettando gli spazi e le esigenze di ognuno.

 

Cene, sonno e galateo

Presentarsi in evidente ritardo a una cena cui si è invitati, oltre a essere mancanza di rispetto per il padrone di casa che ha preparato il cibo, vìola una delle fondamentali norme di rispetto degli orari del sonno, considerato che subito dopo il tempo del mangiare c’è il tempo del dormire…

 

Post-cena, sonno e galateo

Al termine di una cena è indice di buona educazione chiedere conferma ai padroni di casa sugli orari abituali del sonno, onde evitare di infervorarsi in giochi da tavolo o conversazioni infinite con la famiglia ospite che “boccheggia” sbadigliando sul divano…

 

Il sonno dei neonati

Dormire, per un neonato, è qualcosa di sacro. Per questo motivo prima di andare a trovare una coppia di neogenitori è bene informarsi sugli orari della pennichella. Altra piccola attenzione: se la mamma è particolarmente ansiosa non gettare benzina sul fuoco raccontando improbabili storie di bambini che non hanno dormito per anni interi…

 

Il sonno in aereo e in treno

Rispettare il sonno degli altri è d’uopo, stop quindi alle suonerie, ai videogames rumorosi, ai continui alzarsi e risedersi. Fare scorta di tutto ciò che può servire in viaggio (libri, acqua, tablet…) aiuta a non muoversi troppo. Attenzione anche al volume della voce, che deve essere sempre basso e compìto.
Quando ci si addormenta invece, è bene assicurarsi di non “cadere” in posizioni che possano ostacolare il movimento degli altri o invaderne gli spazi. Se si è russatori è bene farsi un buon caffè…

 

Dormire a destra o a sinistra?

Quando due persone decidono di vivere assieme, c’è da stabilire chi dormirà alla destra e chi si accomoderà a sinistra. secondo il galateo l’uomo (o comunque il “forte” della coppia) deve dormire vicino alla porta, per proteggere l’amata in caso di effrazione.

Ore notturne e condominio: le buone maniere

No, non è detto che tutti siano svegli fino alle prime ore del mattino, per questo motivo è necessario limitare al massimo i rumori notturni, spegnere i cellulari, non spostare le sedie e camminare senza tacchi. Attenzione anche a lavastoviglie e lavatrici: se è sabato posticipare di almeno un’ora l’avvio del lavaggio, il rispetto del sonno si declina anche alle ore mattutine!

 

Ospitalità e bon-ton del sonno

Ospitare qualcuno, amico, parente o addirittura una persona bisognosa, è un atto di straordinaria generosità. Affinché questa generosità si trasformi in un’esperienza piacevole per chi è ospitato, evitate di far dormire l’ospite nella vecchissima sdraio ereditata dalla cantina dismessa dei suoceri, evitate il divano ma preferite un letto pieghevole dotato di un buon materasso o al limite di un “topper” di qualità. Particolare attenzione va posta a lenzuola, coperte e federe: debbono essere lavate da poco (per scongiurare la presenza di acari), adeguate alla stagione, coordinate fra loro, dotate di eventuali “rinforzi” in caso di persone freddolose. Da fornire sempre: acqua, luce notturna, riviste, set di asciugamani, una piccola scorta di cibo.

Attenzione ai rumori, magari il vostro ospite ha il sonno leggero e non riesce ad addormentarsi se giocate al tennis virtuale…

1 Comment On This Topic
  1. Elena
    on nov 15th at 22:38

    Bellissimo: il galateo del sonno!
    Un po’ di buona educazione non guasta mai, a tavola come quando si tratta di dormire!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*