E… se lui russa?

E… se lui russa?

No, non c’è pace se lui russa. Le gentili lettrici di Slow Sleep potranno confermare, vero?

La roncopatia (è questo il nome scientifico del russare) è un vero e proprio flagello per chi vuol riposare: rumore, movimenti, “esplosioni” post apneiche e il fatto che spesso i russatori si addormentano per primi, rendono problematico (spesso impossibile) il buon riposo per i/le compagni/e di stanza.

A chi non fosse mai capitata l’esperienza di dormire al fianco di un russatore forniamo un buon esempio di questa “emozionante” avventura, basta ascoltare questo video.

Russare però è un problema anche per i roncopatici, prima di tutto un problema di salute.

Il russare è causato dall’unione di palato molle, lingua e ugola, unione che impedisce il regolare passaggio di aria durante il sonno e genera il tipico rumore “di segheria”.
La roncopatia cronica (forma grave di russamento) è una vera e propria malattia che può essere diagnosticata da un otorino o anche dal medico di medicina generale. Nella roncopatia cronica il russare è discontinuo, spesso molto rumoroso; chi ne soffre presenta disturbi come cefalea, affaticamento, difficoltà a risvegliarsi.

Secondo alcune stime circa un adulto su tre è russatore, solo una piccola percentuale di questi soggetti può riportare seri problemi di salute.

 

Cause del russare

Il russamento, se leggero, può essere provocato da allergie, farmaci tranquillanti, eccessi alcolici. La roncopatia vera e propria può essere invece originata da deviazioni al setto nasale, ipertrofia dell’ugola, obesità, grasso nella zona del mento.

 

Rimedi anti-russamento

Dormire su un fianco è un buon rimedio contro il russamento leggero, per questo motivi nell’antichità ai russatori veniva cucito un sassolino sulla parte posteriore della camicia da notte: girarsi di lato era obbligatorio.

A livelli più elevati di disturbo del sonno, è possibile procedere con una uvulopalato-faringoplastica, rimedio drastico che elimina la parte in eccesso di palato molle. Rimedio meno invasivo è la uvulopalato-plastica laser assistita, che rimodella ugola e palato molle. In caso di deviazione del setto nasale esistono tecniche chirurgiche per la riduzione dell’anomalia, così come la liposuzione del collo può fungere da rimedio se la causa è l’eccessivo doppio mento.

 

Conseguenze della roncopatia

Oltre a impedire il buon riposo dei conviventi (e nei casi più gravi anche dei condomini), russare significa impedire all’organismo la fisiologica dinamica veglia/sonno, l’equilibrio psichico ne risente perché gli esseri umani hanno bisogno di sognare; inoltre chi russa respira male e respirare male significa scarsa ossigenazione…

 

Sindrome dell’Apnea Ostruttiva nel Sonno (OSAS)

È la condizione di coloro che subiscono interruzioni nella respirazione, pause che possono durare oltre i 10 secondi e ripetersi per centinaia di volte a notte: l’apporto di ossigeno si riduce, la pressione sanguigna aumenta. Nei casi più gravi il cuore arriva ad arrestarsi, il cervello soffre di ipo-ossigenazione e può insorgere la bronchite cronica.

 

Apnea centrale

A differenza dell’OSAS, nell’apnea centrale non esiste un’ostruzione meccanica al passaggio dell’aria, le cause infatti sono di natura neuro-cerebrale: l’organismo smette di respirare.

Per questo tipo di apnee, che nella grande maggioranza dei casi non sono gravi, esistono rimedi farmacologici.

 

Qualche consiglio

Se si dorme con un russatore:

  • Castrogiovanni e Parisse ci hanno raccontato i loro metodi, che possono arrivare sino al lancio delle scarpe, senza arrivare a tanto è possibile sussurrare qualche parola al russatore di turno per interrompere la “litanìa”…
  • i tappi per le orecchie rimangono un buon rimedio
  • i cerotti nasali possono essere efficaci, è sempre possibile regalarli al partner…
  • chi ne ha le possibilità può predisporre un piano B allestendo una camera da letto di riserva in cui riposare
  • un buon cuscino, in grado di fornire il sostegno adeguato a testa e collo, può essere il rimedio ideale per i casi di lieve russamento, anche questo può essere un regalo a cui pensare per il partner…

Se gli altri ci dicono che si russa:

  • fare attenzione a come ci si risveglia, se non siamo mai pimpanti è probabile che la situazione sia più grave del previsto
  • praticare regolare attività fisica e mettere in programma una diminuzione di peso
  • fare cene leggere
  • non bere alcol alla sera
  • areare e nel caso umidificare leggermente la stanza prima di coricarsi
  • concordare con il medico di famiglia un controllo specifico

E… se lei russa? Beh, per le donne pare che sia imbarazzante anche se si stima siano molti di più gli uomini che russano…

In conclusione possiamo dire che anche questo breve viaggio nel mondo del russare ci conferma un fatto: riposare bene non è solo sentirsi meglio al mattino, è anche questione di salute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code