Cibo e relax

Cibo e relax

Abbuffarsi prima di dormire non conviene, anche se in alcuni casi aiuta a prender sonno, al bando caffeina, impepata di cozze e alcolici ma… cosa mangiare per favorire il sonno e per concedere al corpo un po’ di sano relax?

I cibi no-fear

Secondo gli estensori delle teorie del vegetarianismo, carne e pesce sono ricche di tossine perché la morte degli animali è violenta e paure, tensioni, istinti, tendono a “intossicare” il corpo di chi se ne ciba. Se non tutti concordano con i principi dell’alimentazione vegetariana, cibarsi di cereali, frutta, verdura e proteine vegetali è in ogni caso un buon modo per abbassare la percentuale di grassi saturi e consentire al corpo una tregua, permettendo di riposare al meglio.

 

I cibi che favoriscono la calma

Qualità e quantità di vitamine, minerali e oligoelementi assimilati tramite l’alimentazione è alla base del rilassamento muscolare. Ecco allora che una dieta che comprenda avena, lattuga, cavolo, zucca, mele, albicocche, banane e un pizzico di basilico diventa preziosa alleata per il relax del corpo. L’avena, in particolare, è ideale per chi soffre di un addormentamento difficoltoso; contiene melatonina (aiuta la regolarizzazione dei cicli sonno/veglia) e contribuisce a innalzare i livelli di triptofano e serotonina.

 

I cibi antidepressivi

Mangiando i cibi giusti si può innescare il buon umore. Sia chiaro: se i problemi della vita rimangono non sarà certo un semplice pasto a toglierci i pensieri ma… cosa succederebbe se, mangiando i cibi sbagliati, si aumentasse l’agitazione? Il cacao è l’antidepressivo per eccellenza per i suoi effetti sulla produzione di serotonina ma anche cibi come spinaci (l’acido folico è importante per la sintesi dei neurotrasmettitori), yogurt, mais e tofu (ricchi di calcio, utile per l’equilibrio ormonale), legumi (contengono selenio che combatte lo stress ossidativo), frutta secca (apporta magnesio e acidi omega-3), possono contribuire alla stabilizzazione dell’umore, predisponendo l’organismo al rilassamento.

 

I cibi pro-sonno

Lattuga, valeriana, fichi, ananas, patate, prezzemolo e banane hanno effetti sedativi e sono l’ideale per conciliare il sonno. Per dormire ottima anche una tazza di tisana (magari a base di passiflora) o latte caldo.

 

I cibi da evitare

Per il buon relax sono da evitare (soprattutto la sera) caffè e tè, bevande a base di cola, insaccati e formaggi stagionati, che hanno effetto stimolante e impediscono il rilassamento. Embargo anche per alcol e tabacco.

 

Le regole di base

Oltre alla scelta di quali cibi mangiare per favorire il riposo, è importante seguire alcune regole di base che aiutano a migliorare il benessere:

  • mangiare moderatamente
  • masticare bene
  • bere acqua in abbondanza
  • non coricarsi subito dopo aver mangiato
  • evitare cibi troppo complessi o troppo ricchi di grasso

Passati dalla cucina alla camera da letto, a quel punto, anche in caso di cena eccessiva, si scopre la differenza fra un materasso affidabile e un materasso scadente

1 Comment On This Topic

  1. […] aveva già affrontato l’argomento del rapporto fra cibo e sonno, adesso tocca alle […]


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*