Sogni d’oro e d’afa

Sogni d’oro e d’afa

Abbiamo aspettato con ansia l’estate e ora che è arrivata, insieme alle zanzare arriva puntuale anche l’insonnia da caldo! Fenomeno frequente che colpisce gran parte della popolazione, secondo alcune stime, a soffrirne sarebbero soprattutto le donne fra i 45 e i 55 anni.

 

Perché d’estate si dorme peggio?

Durante il sonno la temperatura del corpo si abbassa di un grado, favorendo la produzione della melatonina e dunque il riposo. Il caldo però tende a ostacolare il raffreddamento, rendendo difficoltoso – per alcuni impossibile – addormentarsi. Se lenzuola, materasso e cuscini non sono traspiranti e rinfrescanti, beh… la frittata è fatta!

 

Le conseguenze dell’insonnia estiva

Come per l’insonnia “normale”, le conseguenze dell’insonnia estiva sono stanchezza diffusa, irritabilità, nervosismo, problemi cardiovascolari, peggioramento delle performance legate all’intelligenza logico-matematica. Tutto qui? No, purtroppo: dormire poco riduce le dimensioni del cervello, in particolare nell’area dell’ippocampo, legata ai processi della memoria.

A tutto questo si aggiunge, in estate, la sudorazione. Svegliarsi “appiccicaticci” al mattino mette di cattivo umore e fa iniziare la giornata col piede sbagliato.

 

6 consigli per dormire bene in estate

  1. fare sport durante il giorno e possibilmente una passeggiata dopo cena
  2. abbassare la temperatura della stanza con l’ausilio di ventilatori e condizionatori, senza però esagerare
  3. non dormire scoperti, nonostante il caldo correnti d’aria e lievi spifferi possono generare dolori muscolari
  4. mangiare 2 kiwi un’ora prima di andare a letto. Questi frutti, ricchi di serotonina, favoriscono il rilassamento
  5. per chi ci crede, e dietro consiglio medico, è possibile rivolgersi all’omeopatia con trattamenti specifici per calmare la sovraeccitazione
  6. stimolare il punto che la medicina tradizionale cinese chiama HT7 (si trova sul polso), a mano o meglio ancora con l’uso dei braccialetti in vendita anche online.

 

Un materasso anti-calore per dormire bene d’estate

Oltre alle norme di comportamento c’è altro. La ricerca tecnologica ha sviluppato materiali termoregolatori che permettono di dissipare il calore in eccesso. Un materasso rivestito in Outlast come il Magniflex MagniStretch, consente una termoregolazione pressoché perfetta; MagniStretch, pensato per gli sportivi, otre a distendere la schiena, è altamente traspirante, consentendo uno scambio d’aria che favorisce ossigenazione e riposo. L’Outlast è un materiale sviluppato per le tute degli astronauti in grado di regolare la temperatura del corpo in modo automatico e ottimale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*