Il sonno della nutrice e… la calma del papà

Il sonno della nutrice e… la calma del papà

Abbiamo già avuto modo di parlare del co-sleeping, cioè di quella scelta che molti genitori fanno, decidendo di far dormire i propri figli nel “lettone”. Nel nostro articolo abbiamo approfondito in maniera particolare gli aspetti legati al bambino; oggi proviamo a capire assieme cosa succede ai genitori quando dormono assieme ai figli.

Innanzitutto il sonno della madre, che letteralmente si “trasforma”. Sigmund Freud descriveva come “sonno della nutrice” quel particolare legame che unisce il sonno della madre al sonno dei propri figli: una sorta di stato in cui la madre si sveglia al minimo cambio del ritmo di respiro del bambino ma è “sorda” a tutti gli altri rumori. Secondo alcuni esperti, fra l’altro, si tratta della condizione in cui il cosiddetto sonno naturale e il sonno ipnotico sono più vicini in assoluto.

Se molti papà hanno potuto constatare nel comportamento delle proprie compagne questa meravigliosa risposta della natura alle esigenze del bambino, uno studio ha dimostrato che anche loro, i papà, adeguano il proprio sonno alle necessità di dormire dei propri cuccioli. Come? L’organismo del padre che dorme con i propri figli presenta livelli di testosterone sensibilmente più bassi rispetto a quelli rilevati nei maschi che dormono da soli o con il proprio partner. Il testosterone è alla base dei comportamenti aggressivi, quelli che mettono in competizione i maschi fra loro, ma anche dell’attitudine al rischio. Si tratta di cose che è meglio evitare quando si dorme con un bimbo piccolo.

Per tutti, in ogni caso, dormire bene è la base per vivere bene. E Magniflex è la base per dormire bene. Sogni d’oro!

2 Comments On This Topic
  1. milena
    on feb 3rd at 09:40

    Articolo molto interessante, soprattutto il discorso sui livelli di testosterone!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*