Il cuscino giusto per ogni sognatore: una guida

Il cuscino giusto per ogni sognatore: una guida

Non di solo materasso si dorme bene, scegliere il cuscino giusto è necessario per assicurarsi un sonno ristoratore. Un cuscino non adatto può far incorrere in disturbi cervicali, dolori alla schiena e alle spalle.

 

Quali sono i requisiti di un buon cuscino?

Un cuscino deve:

  • sostenere e allineare il capo senza farlo sprofondare o rialzare
  • permettere l’allineamento fisiologico della colonna vertebrale
  • far percepire un sollievo immediato
  • ritrovare la consistenza iniziale dopo esser stato usato

 

Come scegliere il cuscino?

È necessario fare attenzione al modo in cui si dorme, la scelta del cuscino non è determinata solamente dal peso o dalla corporatura di una persona ma anche dalle abitudini di sonno. Se si dorme prevalentemente su un fianco, l’altezza e la consistenza del cuscino devono sostenere la testa in modo da permettere una posizione senza ripiegamenti del capo; in questo caso il cuscino ideale è di spessore medio alto. Se si dorme a pancia in su (supini) il sostegno del cuscino deve evitare la lordosi (la testa troppo bassa, all’indietro) ma anche una posizione troppo ripiegata in avanti, il cuscino adatto è sottile; entrambe le condizioni potrebbero portare risvegli dolorosi. Se si dorme principalmente a pancia in giù (proni), l’eccessiva rigidità del cuscino potrebbe impedire un completo relax muscolo-scheletrico, il miglior cuscino in questo caso è quasi piatto.

Il test ideale è sdraiarsi e verificare la posizione del collo: se è in linea con la spina dorsale il cuscino è quello giusto, se il collo devia rimanendo troppo in alto o in basso, è bene passare a un altro guanciale.

 

Qual è la misura ideale di un cuscino?

La misura ideale dipende dalla lunghezza del collo e dalla distanza fra questo e la spalla. Il cuscino deve avere almeno la larghezza delle spalle, in caso contrario è probabile che, nel corso del sonno, la testa possa scivolare fuori, perdendo il sostegno.

 

L’importanza della traspirazione

Risvegliarsi al mattino accaldati, con un senso di fatica, con i capelli bagnati dal sudore è spesso un indicatore che deve mettere in allarme: il cuscino, in questo caso, potrebbe non essere sufficientemente traspirante. Esistono cuscini in grado di far respirare il capo, donando un senso di freschezza e accrescendo la sensazione di relax.

Per problemi più gravi è bene consultare uno specialista, che potrà consigliare l’opportunità di scegliere un guanciale ortopedico.

 

Photo by mdmartian.

5 Comments On This Topic
  1. roberta
    on giu 22nd at 18:48

    Buonasera,
    ho acquistato due cuscini DORMIR. Sono fantastici ma come posso lavarli? In lavatrice? con che programma e gradazione.Grazie per la vostra considerazione e nella speranza di una risposta a breve porgo distinti saluti.

  2. admin
    on giu 25th at 11:33

    Salve Roberta e grazie per la tua domanda. Magniflex può rispondere per i propri prodotti e non per Dormir.

    Per quanto riguarda le linee Magniflex, l’interno dei guanciali in lattice e in memory non è lavabile. I cuscini vanno tenuti all’aria aperta ma non si possono bagnare e lavare. Si può lavare invece la federa a 40 gradi in lavatrice.

    Torna a trovarci su Slow Sleep o sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/MagniflexOfficial


  3. […] admin su Il cuscino giusto per ogni sognatore: una guida […]


  4. […] materasso, perché non pensare al cuscino nuovo? Una piccola guida si trova proprio su queste […]


  5. […] scegliere il guanciale giusto abbiamo pubblicato una guida, se avete intenzione di migliorare la qualità del sonno e della vita non vi resta che consultarla, […]


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*