Confondere sogno e realtà. Vi è mai capitato?

Confondere sogno e realtà. Vi è mai capitato?

“Ma… è successo davvero o me lo sono sognato?”

Se vi è capitato, qualche volta, di porvi questa domanda, non preoccupatevi, siete in buona compagnia!

 

Come il cervello distingue fra sogno e realtà

Ci sono varie teorie che tentano di spiegare il modo in cui il cervello distingue episodi reali da vicende soltanto sognate. Secondo alcuni la mente attiva sistemi che “taggano” i sogni e li contraddistinguono come ricordi di episodi onirici; secondo altri solo i sogni straordinariamente realistici inducono la confusione; secondo altri ancora è il solco paracingolato (PCS), una parte del cervello, che discrimina la realtà dal resto dei ricordi.

 

I “Falsi Ricordi”

Detti anche “confabulazionei falsi ricordi sono assolutamente verosimili ma si riferiscono a eventi… mai avvenuti. Attenzione, un falso ricordo può anche contenere elementi di realtà vissuta o addirittura essere la versione “romanzata” di un solo, particolare episodio, riferito a una vicenda realmente vissuta.

 

Il ruolo del sonno nella confusione fra realtà e sogni

Dormire a lungo, con continuità e in modo profondo rende più sereni; questo fatto aiuta la mente a essere più lucida e sviluppare al meglio gli strumenti che permettono di discernere fra ciò che si è sognato e ciò che si è vissuto. Per questo motivo un buon materasso, un cuscino di qualità e biancheria da letto confortevole, contribuiscono a rendere la vita migliore e la memoria più forte.

 

Se il fenomeno dovesse assumere aspetti continuativi e in qualche maniera imbarazzanti, è bene sentire il parere di uno specialista. In tutti gli altri casi, beh, buon sogno!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*